Il percorso

Il campo di regata della Giostra dell’Antenna è un quadrato ideale i cui angoli sono orientati secondo i 4 Controventi (Grecale, Scirocco, Libeccio e Maestrale). In mezzo al quadrato viene issata, con cavi e corpi morti, un’Antenna d’acciaio alta 12 metri alla cui sommità viene fissato un drappo amaranto chiamato il “Cencio”.

Fino al 2014, alla gara partecipavano solamente i primi quattro gozzi classificati al Palio Marinaro. Adesso la manifestazione è stata anticipata da agosto a maggio, in concomitanza con la festività di Santa Giulia, e perciò partecipano alla regata tutti gli otto gozzi dei rioni livornesi che quindi vengono suddivisi in due semifinali da 4 imbarcazioni ciascuna. In occasione delle semifinali in cima all’antenna vengono posti due cenci e i due montatori che riescono a sventolarli per primi fanno accedere il proprio gozzo alla finale. Per la finale che decreta il vincitore della Giostra, il Cencio è invece solo uno.

Sia che si tratti di una semifinale o della finale, le 4 imbarcazioni in gara partono dalla base dell’Antenna con le prue rivolte verso i 4 controventi. Allo sparo dello starter, lasciano il centro del quadrato vogando verso la propria boa di direzione (il proprio controvento) e, dopo una virata, percorrono tutto il perimetro del quadrato in senso antiorario, effettuando quindi quattro giri di boa.
Tornate alla propria boa, le imbarcazioni virano di nuovo e rivolgono la prua verso l’Antenna.

A quel punto, terminato il percorso remiero (di circa 600 mt), vogatori e timonieri devono far bene attenzione a raggiungere con precisione la propria cima di salita che scende dall’Antenna, in modo da consentire al montatore (che fino a quel momento è rimasto all’interno del gozzo) di agganciarsi il prima possibile e iniziare la scalata. Il primo che arriva in cima all’Antenna e riesce a sventolare il “Cencio”, si aggiudica la semifinale o la Giostra dell’Antenna.

La Terrazza Mascagni

Goditi il Palio dalla Terrazza Mascagni

Un’enorme scacchiera sul mare.
Uno scenario suggestivo, che regala un panorama mozzafiato sul profilo delle isole dell’arcipelago toscano e della Corsica.
Simbolo del rapporto schietto e vitale che da sempre lega la città di Livorno al mare.

Scopri di più

La Darsena Nuova

La Giostra dell’Antenna nel cuore di Borgo Cappuccini

La Darsena Nuova, o Darsena del Cantiere, racchiude lo specchio d’acqua di fronte agli Scali Novi Lena, nello storico quartiere di Borgo Cappuccini. Insieme al Porto Mediceo, alla Darsena Vecchia, al bacino Cappellini e al bacino Firenze, compone il complesso del Porto Vecchio di Livorno.

Scopri di più

I Fossi Medicei

Scopri Livorno sul percorso della Coppa Barontini

Il tragitto  della Coppa Barontini percorre tutti i luoghi più suggestivi degli storici quartieri Venezia, Pontino, Ovosodo e del pentagono del Buontalenti, in una gara che non è solo spettacolo sportivo ma anche un omaggio alle bellezze e alle unicità della città di Livorno.

Scopri di più

La Torre della Meloria

Lo scenario avventuroso della Coppa Risiatori

Le Torre della Meloria, punto di partenza della Coppa Risiatori, affiora dalle omonime secche in una zona di bassifondi a circa 3 miglia dal porto di Livorno. Luogo di numerosi naufragi fin dall’epoca romana, era spesso la meta degli gli antichi  “arrisicatori” livornesi che sfidavano le onde…

Scopri di più