San Jacopo

Rione San Jacopo

Il nome di questo rione è legato alla figura di uno dei dodici apostoli, San Giacomo Il Maggiore, che nel suo viaggio da Jaffa verso la Spagna si sarebbe fermato per pregare in riva al mare, nel punto in cui una sorgente di acqua dolce andava a confluire in quella salata: proprio dove oggi si innalza la scenografica chiesa a picco sul mare di San Jacopo in Acquaviva, uno dei luoghi di culto cristiano più antichi lungo la costa tirrenica. Il rione, accorpato dal 2013 al Fabbricotti, si sviluppa in un’area che parte da via Montebello, prosegue con via Mameli, continua sulla destra all’incrocio con il viale Boccaccio e ritorna verso il mare in prossimità dell’incrocio dell’Accademia Navale. La zona costiera è dominata dal lungomare, con le sue palme e le tipiche “baracchine”, bar-ristoranti che nelle sere d’estate diventano una tappa fissa per tanti livornesi. Passeggiando da nord verso sud si incontrano l’Acquario Comunale, la Terrazza Mascagni, la Palazzina Zalum, lo storico Hotel Palazzo, i Bagni Pancaldi, la Chiesa di San Jacopo, Barriera Margherita (costruita a fine ‘800 per delimitare l’area soggetta a dazio comunale) e l’Accademia.

Abbandonando il lungomare in prossimità della Terrazza e passando da via Forte dei Cavalleggeri si apre invece Villa Mimbelli, con il suo Museo Civico Giovanni Fattori, al cui interno sono custodite importanti opere di esponenti della scuola macchiaiola e post macchiaiola e dove, nei vicini Granai, si organizzano eventi di arte contemporanea. Procedendo ancora verso l’interno della città si incrociano altre due ville importanti per la cultura livornese, entrambe frequentatissime dai giovani: Villa Henderson, sede del Museo Provinciale di Storia Naturale e Villa Fabbricotti, col suo grande parco e la Biblioteca Labronica Guerrazzi.

Cantina del rione San Jacopo
Remo del rione San Jacopo

La sezione nautica è nata nel 1925 quando, oltre a San Jacopo, esisteva anche l’equipaggio del Regina Margherita. Dal 2013 è accorpata a quello che era il rione Fabbricotti.



Palio Marinaro

10 remi (Palio)

0 vittorie
4 secondi posti
5 terzi posti

4 remi (Mini Palio)

10 vittorie
7 secondi posti
9 terzi posti

4 remi femminile

0 vittorie
0 secondi posti
1 terzi posti

Scia

0 vittorie
1 secondi posti
1 terzi posti

Giostra dell'Antenna

10 remi

1 vittorie

Under 18

0 vittorie

Femminile

0 vittorie

4 remi

1 vittorie

Coppa Barontini

10 remi

0 vittorie
3 secondi posti
4 terzi posti

4 remi

6 vittorie
8 secondi posti
7 terzi posti

4 remi under 18

1 vittorie
1 secondi posti
1 terzi posti

4 remi femminile

0 vittorie
0 secondi posti
0 terzi posti

Coppa Risiatori

10 remi

0 vittorie
2 secondi posti
5 terzi posti

4 remi

9 vittorie
4 secondi posti
2 terzi posti

Under 18

1 vittorie
1 secondi posti
0 terzi posti

4 remi femminile

0 vittorie
0 secondi posti
0 terzi posti

Visita l'albo d'oro per maggiori informazioni relativi alle vittorie e punteggi.

La Terrazza Mascagni

Goditi il Palio dalla Terrazza Mascagni

Un’enorme scacchiera sul mare.
Uno scenario suggestivo, che regala un panorama mozzafiato sul profilo delle isole dell’arcipelago toscano e della Corsica.
Simbolo del rapporto schietto e vitale che da sempre lega la città di Livorno al mare.

Scopri di più

La Darsena Nuova

La Giostra dell’Antenna nel cuore di Borgo Cappuccini

La Darsena Nuova, o Darsena del Cantiere, racchiude lo specchio d’acqua di fronte agli Scali Novi Lena, nello storico quartiere di Borgo Cappuccini. Insieme al Porto Mediceo, alla Darsena Vecchia, al bacino Cappellini e al bacino Firenze, compone il complesso del Porto Vecchio di Livorno.

Scopri di più

I Fossi Medicei

Scopri Livorno sul percorso della Coppa Barontini

Il tragitto  della Coppa Barontini percorre tutti i luoghi più suggestivi degli storici quartieri Venezia, Pontino, Ovosodo e del pentagono del Buontalenti, in una gara che non è solo spettacolo sportivo ma anche un omaggio alle bellezze e alle unicità della città di Livorno.

Scopri di più

La Torre della Meloria

Lo scenario avventuroso della Coppa Risiatori

Le Torre della Meloria, punto di partenza della Coppa Risiatori, affiora dalle omonime secche in una zona di bassifondi a circa 3 miglia dal porto di Livorno. Luogo di numerosi naufragi fin dall’epoca romana, era spesso la meta degli gli antichi  “arrisicatori” livornesi che sfidavano le onde…

Scopri di più